Giuria

Paolo Troilo
“Paolo Troilo Manhattan 2017” Ph by Manlio Ayovalasit

Nato a Taranto, vive e lavora tra Milano e Palermo.

Artista autodidatta, ha iniziato a disegnare a matita sin dall'età di 4 anni.

Ha studiato Architettura e Lettere Moderne presso l'Università di Firenze, poi a Roma presso l'Istituto Europeo di Design.

Ha lavorato come direttore creativo per prestigiose agenzie di pubblicità internazionali, nel 2007 è stato nominato, dal ADCI, miglior creativo italiano.

Nell'aprile 2005 parallelamente all'attività di pubblicitario, ha iniziato la sua carriera come artista professionista, e per una distrazione (ha dimenticato di comprare i pennelli) ha iniziato a dipingere con le dita e grazie a questa sua tecnica di immergere la punta delle dita direttamente in barattoli di acrilico, nero e avorio, è diventato un artista unico al mondo.

I suoi lavori sono stati esposti alla Biennale di Venezia, a Milano, Roma, Firenze, Madrid, Parigi, Singapore, San Francisco, Istanbul, Tel Aviv, Los Angeles.

Tutti vorremmo essere sospesi in un mondo trasparente, per poterci muovere eleganti anche quando non è richiesto e soprattutto perche non è richiesto. L’acqua non chiede rispetto, ci lascia liberi di decidere. Questo merita rispetto

Roberto Ridi

Nato sull’Isola d’Elba dove vive e lavora.

Ha coltivato fin da giovane l’amore per la fotografia professionale, passando dalla magia del B/N all’entusiasmo del colore, ha vissuto il passaggio dalla curiosità della pellicola alla velocità del digitale e sostituito il buio della camera oscura con uno schermo di straripante creatività.

Professionista dal 1980, è un narratore per immagini specializzato in reportage naturalistici e spazia dalla fotografia aerea a quella subacquea, dal ritratto al paesaggio con uno sguardo sempre attento e profondo all’uomo e alle forme della natura.

È autore di numerose pubblicazioni anche internazionali ed ha realizzato l’archivio fotografico del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano

Il mare rappresenta la mia idea di acqua, magnifico liquido, specchio del cielo. Vivo su un’isola, abbracciato da questo elemento immenso, mutevole, inarrestabile, capace di infondere serenità ma incutere rispetto, delicato ma possente. Dalla trasparenza della superficie allo scuro delle profondità è simile all’animo umano

Giorgio Galimberti

Nato a Como dove vive e lavora

Complice una famiglia legata all’arte e alla creatività si avvicina alla fotografia a sviluppo istantaneo in giovane età, sfruttando le possibilità che la pellicola permette, sperimentando tecniche di manipolazione affrontandola come un gioco, con consapevolezza e padronanza dello strumento.

Le sue immagini esulano dai soliti canoni fotografici, unendo diversi generi, partendo dalla street photography, declinata in una visione incentrata su contrasti ed un uso della luce moderno e attuale.

Le sue opere sono state esposte a MIA Fair, Galleria Expowall, e DaDA Est a Milano, Leica Store e alla Gipsoteca del Liceo Artististico di Porta Romana a Firenze e pubblicate su numerose riviste di settore.

Mi piace la leggerezza dell’acqua, la totale assenza di struttura, il rigore nell’essere sempre in un orizzonte perfetto

Sara Munari

Studia fotografia all'Isfav di Padova dove si diploma come fotografa professionista.

Apre, nel 2001, La Stazione Fotografica, Studio e galleria per esposizioni fotografiche e corsi, nel quale svolge la sua attività di fotografa. Docente di Storia della fotografia e di Comunicazione Visiva presso Istituto Italiano Di Fotografia di Milano. Dal 2005 al 2008 è direttore artistico di LECCOIMMAGIFESTIVAL per il quale organizza mostre di grandi autori della fotografia Italiana e giovani autori di tutta Europa. Organizza workshop con autori di rilievo nel panorama nazionale. Espone in Italia ed Europa presso gallerie, Festival e musei d'arte contemporanea. Fa da giurata e lettrice portfolio in Premi e Festival Nazionali. Gira l’Italia per tenere conferenze, corsi e letture portfolio. Scrive tre libri di teoria sulla fotografia e ne pubblica di 4 di sue fotografie. Apre il blog Musa nel 2015, che ottiene molto successo. Apre nel 2019 Musa Fotografia, centro per corsi, mostre, presentazioni e tutto ciò che riguarda la fotografia, a Monza. Ottiene premi e riconoscimenti a livello internazionale.

Si diverte con la fotografia, la ama e la rispetta.

“Noi dimentichiamo che il ciclo dell'acqua e il ciclo della vita sono una cosa sola.” Jacques Cousteau

Carolina Sandretto

Nata in Italia vive e lavora negli Stati Uniti

Si è laureata all’Università Cattolica di Milano in scienze politiche e con un master in economia delle istituzioni no-profit.Ha completato il suo percorso  con il Documentary Photography Program all’ ICP di New York nel 2013Grazie ai suoi studi, si è specializzata nelle tematiche dello scorrere del tempo,la memoria oltre nelle tematiche ambientali. Utilizza principalmente fotocamere analogiche di medio e grande formato.  

Ha pubblicato per Skira i libri fotografici “Cines de Cuba” e “Cuba. Vivir Con”.

Ha realizzato le seguenti mostre : “Anthropological landscapes”, Galleria Antonio Ricci, Roma e Whitebox Gallery, New York City. “Vivir Con…”, Galleria Renata Bianconi, Milano. “Cuba Is!”, Annenberg Space for Photography, Los Angeles. “Analogue Portrait“, Lucie Foundation, Los Angeles. “Things Left Behind” DIP Contemporary Gallery, Lugano.

Ha vinto il concorso “Julia Margaret Cameron” nel 2017.

I suoi lavoro sono esposti in collezioni private e sono stati pubblicati su numerose giornali : BOMB Magazine, Flash Art, Atlas Obscura, Vogue Italy, La Stampa, LA Times, Glamour Italy, The Guardian, CNN Style, Artribune.

“L’acqua è la forza motrice della Natura” Leonardo Da Vinci

Jian Gao

Nato in Cina, vive e lavora tra Pechino e New York

Ha studiato al Overseas Press Club (Roy Rowan), un’associazione fondata nel 1939 a New York da un gruppo di corrispondenti esteri per promuovere i più alti standard di integrità professionale e competenza nella segnalazione delle notizie.

I suoi lavori sono stati pubblicato su numerose piattaforme e media internazionali, come National Geographic, PDN, IPA, Doc!, Bloomberg Businessweek, Vice, The Eye of Photography, ecc. Le sue opere sono state esposte in tutto il mondo e sono stati pluripremiate ai più importanti concorsi e hanno ricevuto  prestigiosi riconoscimenti internazionali.

Collabora come Photo Editor per il prestigioso Magnum Photos, New York Post e Daily Mail.

Quale è la forma dell’acqua? Un elemento senza forma che può essere modellata in qualsiasi forma che si può immaginare. Un elemento che ci accaompagna sempre e ovunque

GMB Akash

Nato in Bangladsh

Fotografo autodidatta ha iniziato a fotografare con la vecchia fotocamera di suo papà Si è concentrato da subito sul reportage per documentare le condizioni di vita sulle persone che vivevano ai margini della società.

I suoi lavori sono stati pubblicati sul National Geographic, Vogue, Time, Sunday Times, Newsweek, Geo, Stern, Der Spiegel, The Fader, Brand Ein, The Guardian, Marie Claire, Colours, The Economist, The New Internationalist, Kontinente, Amnesty Journal, Courier International, PDN, Die Zeit, Days Japan, Hello e Sunday Telegraph of London.

Ha ricevuto oltre 100 prestigiosi riconoscimenti internazionali, ha fondato l’istituto di fotografia a Dacca e collabora come fotoreporter con la Panos Picture di Londra.

Alcune persone non hanno tempo di divertirsi quando piove poiché sono impregnate a raccogliere l’acqua piovana per poterla bere. Vi prego non sprecate nemmeno una goccia d’acqua perché qualcuno dedica tutto il suo tempo a cercare di raccoglierla per sopravvivere!

Patricia Monteiro

Nata a San Paolo in Brasile dove vive e lavora

Patrícia Monteiro è una fotoreporter freelance attenta ai temi sociali e alle storie intime e personali dei cittadini del mondo.

E’ membro di collettivi fotografici  Women Photograph e  Girl Gaze.

I suoi lavori sono stati pubblicati sul Time, NPR.com, Al Jazeera, Audubon, El País, Bloomberg Business, Buzzfeed News, Valor Econômico, The Wall Street Journal, Aftenposten, EBS News, Harmony Magazine (India).

Acqua significa, fratellanza, fluidità e ristoro. A nessuno dovrebbe essere impedito l’accesso a questa fonte di vita

Yvonne Etinosa
Crediti Foto: Mark Thiessen National Geographic

Nata a Benin City in Nigeria dove vive e lavora

E’ un fotografa che utilizza la fotografia come mezzo di espressione e strumento per guidare il cambiamento sociale. Usa il potere della narrazione visiva per creare consapevolezza, educare e informare il pubblico sulle principali tematiche sociali.

Il suo progetto “It’s All In My Head” sul tema come andare avanti dopo un evento traumatico, è stato sovvenzionato da Women Photograph, premiato dal National Geographic  e presentato al Lagos Photo Festival.

Le sue opere sono state esposte in tutto il mondo e pubblicate sulle principali riviste del settore.

Non c’è alternativa all’acqua, la nostra essenza vitale. E’ una forza indispensabile che ha il potere di unirci

Domenico Cammarano

Nato nel Cilento vive e lavora tra Roma e Montpelier

Si è laureato in Geofisica all’università di Roma. Da curioso quale è si è innamorato della fotografia fin da piccolo, La sua prima fotocamera è stata la vecchi Olympus del padre, tuttora custodita nella sua collezione. Dopo aver completato gli studi fotografici e aver divorato i libri dei grandi maestri della fotografia è diventato fotoreporter per diventare nel 2000 fotografo professionista.  Ha collaborato con le più note riviste del settore tra cui Vogue. E’ sempre in viaggio e per questo ha fondato il blog “a life in a bag”Non ha mai abbandonato la pellicola, per lui la fotografia è l’incontro della luce con la sostanza argentea.

“Ti accorgi del valore dell'acqua quando il pozzo è vuoto” Proverbio

Katie Orlinsky

Nata a New York City vive a Brooklyn e lavora in tutto il mondo

Ha inziato la sua carriera tredici anni fa, e da allora ha fotografato in tutto il mondo in tutte le situazioni , dalla guerra ai contesti sociali, dalla natura agli eventi sportivi. Il suo lavoro esplora la vita quotidiana sia nelle condizioni più estreme che nei momenti più intimi.Nell’ultimo quinquennio si è specializzata negli effetti dei cambiamenti climatici e sta realizzando un documentario a lungo termine su come il cambiamento climatico stia mutando le relazioni tra uomini, animali e ambiente in Alaska.Le sue foto sono pubblicate sul National Geographic, The New York Times, The New Yorker, e lo Smithsonian Magazine. Durante la sua carriera ha vinto numerosi premi tra I the Art Director’s Club, PDN, Getty Images, Visa Pour L’image e il POYI.

Tutta la vita sulla terra dipende dall'acqua, così come i nostri spiriti. Come tante persone in tutto il mondo, stare vicino all'acqua è il luogo che mi rende più felice. È dove mi sento più viva e presente. Mi tranquillizza e mi permette di avere la pace e la calma di cui ho veramente bisogno per ascoltare ciò che questo grande e meraviglioso pianeta ha da dire